Cos’è Il Maggio dei Libri

di | 27 Marzo 2020

Nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, Il Maggio dei Libri è una campagna nazionale che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto. Tutti possono contribuire organizzando iniziative che si svolgano fra il 23 aprile e il 31 maggio e registrandole nella banca dati della campagna, sul sito ufficiale. Nella sua missione, il Maggio dei Libri coinvolge in modo capillare enti locali, scuole, biblioteche, librerie, festival, editori, associazioni culturali e i più diversi soggetti pubblici e privati. In Italia ma non solo: ogni anno, infatti, la campagna varca i confini nazionali unendo nella comune passione per la lettura anche alcune scuole italiane all’estero. Grazie alla collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, nel corso delle edizioni si sono svolti appuntamenti in: Argentina (Buenos Aires e Morón), Belgio (Liegi e il sito UNESCO Blegny-Mine), Brasile (San Paolo), Canada (Toronto), Croazia (Albona e Zara), Francia (Lione e Parigi), Germania (Berlino), Grecia (Atene), Perù (Lima), Romania (Bucarest), Spagna (Barcellona), Svizzera (Lugano e Poschiavo) e Turchia (Smirne).

Informazioni a: https://www.ilmaggiodeilibri.it/cose-il-maggio-dei-libri/

Come aderire al Maggio dei libri 2020

Perché partecipare a Il Maggio dei Libri? Semplice: per liberare la creatività e cimentarsi nell’organizzazione di iniziative che coinvolgano le persone più diverse, portando i libri nella quotidianità e il più possibile fuori dai loro contesti tradizionali. Sbizzarritevi: non solo librerie, biblioteche, scuole e spazi istituzionali, quindi, ma occasioni di lettura condivisa anche nei locali pubblici, nei cinema, nei negozi, sugli autobus, sulle navi, in bicicletta, in palestre, parchi, ristoranti… Si può aderire con iniziative che si svolgano tra il 23 aprile e il 31 maggio e, come di consueto, viene chiesto di segnalarle inserendole – con descrizioni accattivanti e sintetiche e aggiungendo, se disponibile, un’immagine o una locandina (in pdf, jpg o jpeg) – nella banca dati che raccoglie tutte le iniziative legate a Il Maggio dei Libri 2020.

La banca dati sarà aperta e pronta a partire dal 16 marzo all’indirizzo www.ilmaggiodeilibri.it/registrazione e tutti gli organizzatori che partecipano per la prima volta dovranno richiedere le credenziali prima di poter inserire le proprie iniziative (chi invece si è registrato dal 2018 in poi potrà utilizzare le medesime credenziali).

Quest’anno c’è una novità importante! Nella compilazione del form per l’inserimento delle iniziative ci sarà il nuovo campo obbligatorio “Numero di attività previste”: vista la grande ricchezza di contenuti proposta negli anni dagli organizzatori, si è deciso di valorizzarla consentendo di specificare il numero di appuntamenti effettivamente pianificati all’interno di singole rassegne, progetti in scuole, biblioteche e librerie, manifestazioni, ecc. Pur inserendo un’unica iniziativa (ad es. un ciclo di incontri, un festival, una settimana dedicata al Maggio dei Libri, ecc.) quindi, sarà possibile conteggiare tutte le attività previste (sessioni di giochi o letture per bambini, presentazioni, rappresentazioni teatrali, flash mob, fasi di tornei, singoli lavori di classe nelle scuole, ecc.) e grazie a questa implementazione l’iniziativa caricata conterà non più per “1” bensì per il numero reale di eventi che la compongono.

Sul sito ufficiale www.ilmaggiodeilibri.it saranno disponibili i materiali grafici da scaricare e personalizzare per promuovere il proprio programma di eventi: vi invitiamo come di consueto ad adottare l’identità visiva della campagna. Dopo che la vostra iniziativa sarà stata convalidata, potrete condividerla sui vostri social network, blog e siti grazie a un link diretto, uno strumento in più per diffonderla, migliorarne la riuscita e farcela conoscere (inserendo su Facebook e Twitter il tag #ilmaggiodeilibri o la menzione @ilmaggiodeilibri su Facebook e @maggiodeilibri su Twitter). Per chi ama le immagini, imperdibile il profilo Instagram della campagna (instagram.com/ilmaggiodeilibri): taggate le foto dei vostri appuntamenti usando l’hashtag #ilmaggiodeilibri e la menzione @ilmaggiodeilibri e condividete istantaneamente i momenti più belli! Un Social Feed sull’homepage del sito ufficiale aggregherà in tempo reale tutte le vostre interazioni social, permettendovi di essere sempre connessi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *